Gdf sequestra villa da 1 milione di euro

La dichiarazione dei redditi di un 50enne commerciante di pesce di origine pugliese, in carcere dopo una condanna definitiva per ricettazione, era sproporzionata rispetto al suo patrimonio immobiliare. Per questo la Guardia di Finanza di Ancona ha sequestrato all'imprenditore, la cui impresa ha sede ad Ancona, una villa del valore di un milione di euro nella zona di Barcaglione tra Ancona e Falconara. L'uomo era stato denunciato nell'ambito dell'operazione denominata 'Iceberg' e poi condannato per ricettazione per fatti del 2010: la sua azienda aveva commercializzato ad Ancona partite rubate di prodotti ittici. Le indagini hanno accertato che vi era un'ingiustificata sproporzione tra i redditi dichiarati al fisco dal 50enne e il valore del suo patrimonio in cui era compresa la villa, ora in fase di ristrutturazione. Il procuratore generale della Corte d'appello Sergio Sottani ha emesso un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla definitiva confisca, eseguito dal Gico della Gdf di Ancona.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Poggio San Marcello

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...